Skip to content

TAICHIFORLIFE.INFO

Taichi For Life | Scarica i file gratuitamente

I DIECI COMANDAMENTI FILM DA SCARICARE


    Contents
  1. Dieci comandamenti
  2. I dieci comandamenti
  3. Adding to Cart...
  4. Testi - Ricerca parole: 10 comandamenti - QUMRAN NET - Materiale pastorale online

La vita di Mosè, l'uomo che, nato in Egitto da una donna della tribù di Levi, guidò il popolo schiavo d'Israele verso la Terra Promessa. Il film ha ottenuto 7. Guarda I dieci comandamenti streaming in Italiano completamente gratis. Il video é disponibile anche in download in qualità Full HD. Film d'animazione che narra la storia di Mosè, il bambino salvato dalle acque del Nilo dopo lo sterminio Guarda I dieci comandamenti in streaming su CHILI. I dieci comandamenti è un film di genere avventura, drammatico del , diretto da Cecil B. DeMille, con Charlton Heston e Yul Brynner. Durata minuti. Scopri dove puoi vedere il Film I dieci comandamenti in streaming legale. Per ogni piattaforma di streaming troverai la disponibilità in abbonamento, noleggio, .

Nome: i dieci comandamenti film da re
Formato:Fichier D’archive (Film)
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza:Solo per uso personale
Dimensione del file:23.16 MB

I DIECI COMANDAMENTI FILM DA SCARICARE

Novità e grandi classici. Idee, incontri, eventi. Dal libri e musica. Per tutti. Dall'incontro con l'autore alla musica live.

Dieci comandamenti

Il neonato viene tratto in salvo proprio dalla figlia di Ramesse I che sterile vedrà il ritrovamento del neonato come un segno divino e nonostante la ritrosia della sua schiava, a cui ordina di mantenere il segreto, deciderà di tenere con sè il piccolo dandogli nome Mosè. Il veterano Cecil B. DeMille Cleopatra celebra il suo settantesimo film allestendo un fastoso kolossal da 13 milioni di dollari, mettendo in scena la storia di Mosè liberatore degli schiavi ebrei con tutti i crismi della maestosa parabola in celluloide "made in Hollywood".

Prelude 2. In The Bulrushes 3. Yul Brynner Rameses. Yvonne DeCarlo Sephora. Edward G. Robinson Dathan. Charlton Heston Moses. Debra Paget Lilia. John Derek Joshua. Nina Foch Bithiah. Cedric Hardwicke Sethi. Cecil Blount De Mille è un regista che ha firmato opere di grandissima popolarità che, paradossalmente, non sono le sue migliori.

Tutti ricordano i suoi "colossi" come Sansone e Dalila, ma personalmente ritengo che De Mille abbia dato il meglio nei western, dove aveva una sua misura particolare e grande riconoscibilità. Basta ricordare La conquista del West, un western del '36 già perfettamente adulto, tre anni prima di Ombre rosse, e poi La via dei giganti, Giubbe rosse e Gli invincibili, quasi tutti con Gary Cooper Fonte Trama!

Lo scultore Basilio, liberato dalla schiavitù, si reca a Roma per portare una riproduzione da lui eseguita del calice che venne usato nell'Ultima. Siamo in Inghilterra nel Un ragazzo di undici anni, appena rimasto orfano, ha con sé una lettera che la madre morente gli ha affidato. Durante la realizzazione dell'album Astroworld, candidato ai Grammy. Travis Scott si destreggia tra polemiche, paternità e successi. Tra immagini di. Una versione moderna dell'omonima opera di Anton Chechov.

La storia è ambientata nella campagna del New England, dove dei desideri sconsiderati. Questo film "Bugsy streaming" del , ha avuto dieci nominations per l'Oscar e ne ha vinti solo due minori direzione artistica e costumi.

Sui ragazzini coraggiosi che affrontano il male Stephen King ci ha costruito una carriera, ma anche al cinema è un filone che riaffiora. Diretto dallo stesso regista di A letto con Madonna. Un ragazzo in procinto di laurearsi, ma pieno di dubbi per il suo futuro, studia all'università. Un gruppo di suore reduci dalla Germania Est trova un insperato aiuto in un bracciante nero, cuor d'oro e animo vagabondo. Il nero le aiuterà a. Una donna matura, ancora molto bella, si innamora, ricambiata, di un uomo più giovane.

I due si sposano ma, dopo qualche tempo, la donna scopre che. Mostra alla principessa la coperta levitica che teneva il piccolo quando venne trovato sul fiume Nilo, chiara testimonianza della sua origine ebraica.

I dieci comandamenti

Nefertari teme che se Ramesse ne venisse a conoscenza sarebbe la fine per Mosè. Decisa a salvarlo ad ogni costo, la principessa non esita a chiudere per sempre la bocca di Memnet, gettandola dal balcone, mentre il panno ebraico rimane per terra.

Arriva Mosè, accolto fra le braccia di Nefertari. Una schiava avvisa la principessa della morte di Memnet, ma viene scacciata malamente. Mosè chiede il perché di tale comportamento e rimane stupito quando scorge il panno ebraico.

Nefertari cerca di giustificarsi, ma alla fine è costretta a confessare tutto. Va allora a Gessen per incontrare Yochebed, l'unico nome rivelato da Memnet. Decide di non rinnegare le sue origini e di unirsi alla sua gente, benché commosso dal pianto di Bithia. Mosè, nelle vesti di uno schiavo, lavora come un qualunque ebreo e tocca con mano le sofferenze, i maltrattamenti e la fatica del suo popolo, assistendo a scene orribili.

Lilia, la portatrice d'acqua, si avvicina a lui per porgergli un bicchiere: sta quasi per riconoscerlo quando viene interrotta dalla voce di Baka, il capo costruttore, il quale ordina che la fanciulla sia portata nella sua casa per farla diventare sua concubina. Lilia lo implora di non farlo perché sarebbe per lei un disonore, ma invano. Un vecchio schiavo, vista la scena, prega Dio di maledirlo: una delle guardie lo colpisce con la sferza per farlo stare zitto, ma il vecchio non cede.

Il sorvegliante afferra un'accetta e gliela lancia contro, ferendolo a morte. Mosè soccorre il poveretto che ormai in fin di vita pronuncia queste parole:. Si sente una risata di donna: è Nefertari che l'ha riconosciuto e ordina ai sorveglianti di portarlo nella sua nave perché ha bisogno di un rematore. La principessa lo convince, dicendogli che se invece diventerà lui l'erede di Sethi, potrà liberare gli schiavi una volta salito al trono. Mosè accetta, ma decide di andare prima a salvare la giovane Lilia dalle grinfie di Baka.

La portatrice d'acqua viene vestita di tutto punto dalle ancelle del capo costruttore, Baka. Intanto, nei pressi della dimora di quest'ultimo, Giosuè appicca il fuoco a un carretto.

Le guardie escono per spegnerlo, lasciando Baka da solo con Lilia: Giosuè ne approfitta per entrare nel palazzo e liberare l'amata, colpendo con un pugno il nobile egiziano.

Adding to Cart...

Lilia riesce a fuggire, ma Giosuè viene catturato dalle guardie e legato fra due colonne: il capo costruttore comincia a frustarlo, ma il giovane spaccapietre resiste in silenzio.

Baka non frena la sua sete di sangue e mentre sta per colpirlo ancora con la frusta viene fermato da una mano misteriosa: riconosce che si tratta di Mosè, il quale lo uccide e libera Giosuè. Mosè è costretto a scappare precipitosamente perché, se scoperto, sarà condannato a morte. Giosuè crede che Mosè sia il Liberatore e ringrazia Dio, mentre in lontananza si intravede la sagoma di Dathan che ha osservato tutta la scena.

Il giorno dopo Ramesse e le guardie di palazzo cercano l'assassino. Dathan si presenta al principe e gli rivela tutto in cambio del posto di governatore di Gessen. Ramesse accetta la proposta e scopre con sgomento che il Liberatore è proprio Mosè, il tanto odiato cugino.

Debra Paget e John Derek Lilia e Giosuè È il giorno del giubileo di Sethi e il palazzo è in festa in attesa della scelta che farà il faraone. Ramesse è stranamente allegro: ordina a Pentauro di far entrare il Liberatore degli ebrei. Sethi è impaziente di vedere chi egli sia, ma rimane sbalordito quando scopre che si tratta di Mosè: piomba il silenzio nella sala mentre Mosè viene condotto in catene davanti al faraone.

Il sovrano crede che si tratti di una messa in scena orchestrata da Ramesse e chiede spiegazioni al nipote: ma Mosè rivela la sua identità ebrea e dichiara che se avesse la possibilità di liberare gli schiavi lo farebbe. Sethi, affranto, è costretto a condannarlo a una pena che Ramesse stesso deciderà:. Il futuro faraone gli comunica la sua condanna: non morirà perché non vuole che Nefertari lo ricordi come un martire, ma sarà abbandonato nel deserto e sarà solo il destino a decidere se si salverà.

Intanto Dathan è stato nominato governatore di Goscen e Lilia è diventata di sua proprietà: se si concederà a lui, Giosuè vivrà, altrimenti verrà ucciso. A malincuore Lilia è costretta ad accettare. Mosè viene portato ai confini dell'Egitto dalle guardie di Ramesse, condannato a vagabondare nel deserto. Riceve un bastone, il mantello levitico che Yochebed, prima di morire, ha voluto donargli e provviste di acqua e di cibo sufficienti per un solo giorno.

Nelle vicinanze, alcune ragazze stanno abbeverando il proprio gregge: sono le figlie di Jetro, lo sceicco di Madian, guidate da Sefora Yvonne De Carlo , la figlia maggiore. Trovano Mosè addormentato vicino ad un cespuglio, felici di vedere un uomo, dato che non se ne vedono molti da quelle parti.

Mentre discutono tra loro, arrivano nell'oasi dei pastori amaleciti, decisi a rubare il gregge. Sefora cerca di difendere le pecore, ma viene colpita: interviene allora Mosè che li scaccia a colpi di bastone.

Le ragazze lo portano dal padre che lo accoglie nella sua tenda: Mosè rivela la sua identità al vecchio sceicco e questi decide di affidargli un lavoro come pastore. Sefora lo porta al gregge e gli mostra il monte Sinai, la montagna infuocata dove abita Dio. Grazie all'aiuto di Mosè, il gregge di Jetro cresce come cresce anche il rispetto che il vecchio manifesta verso il giovane.

Decide di dargli in sposa una delle sue figlie le quali, per facilitargli la scelta, danzano per lui: ma Mosè, che conserva ancora nel cuore la figura di Nefertari, non riesce a scegliere e si allontana. Fuori incontra Sefora, l'unica a non aver partecipato al banchetto: è lei che decide di sposare.

Testi - Ricerca parole: 10 comandamenti - QUMRAN NET - Materiale pastorale online

Disteso nel suo letto, il vecchio Sethi aspetta che la morte lo raggiunga circondato da Nefertari, Ramesse e i sacerdoti reali. È solo Nefertari che egli lascia a malincuore, l'unica persona che ha amato. Passano gli anni e Mosè vive alle pendici del Sinai con la moglie Sefora e il figlioletto Gherson. Mentre fa pascolare le pecore, sente i cani che abbaiano: si avvicina e trova un uomo che per sfuggire loro si è rifugiato su una roccia.

Si tratta di Giosuè, fuggito dalle miniere in cui era stato rinchiuso. Lo disseta, gli dà da mangiare e chiede di sapere cosa gli sia successo. Mentre parlano, nota che in cima al monte si trova una strana luce: un roveto che arde ma senza che il fuoco lo consumi. Decide di andare a vedere e scala il santo monte. Dal rovo ardente proviene una voce che lo chiama e gli ordina di togliersi i calzari poiché calpesta terra sacra.

Mosè obbedisce e si inginocchia, avendo compreso che è Dio a parlare dal roveto. Poi gli chiede come mai non ascolta il pianto del suo popolo in Egitto: ma il Signore conosce il dolore della sua gente e proprio per questo ha deciso di mandare lui dal faraone, per chiederne la liberazione.

Mosè teme di non esserne capace, ma Dio lo aiuterà, dicendogli cosa dire e compiendo prodigi per convincere Ramesse a liberare gli schiavi. Infine gli ordina di tornare sul monte Sinai, dopo essere uscito dall'Egitto con il suo popolo, per ricevere le leggi eterne. Sefora e Giosuè, rimasti a valle, vedono riapparire Mosè, illuminato in volto, diverso dal solito: adesso Dio è dentro di lui e libererà il suo popolo.

Giosuè esulta, affermando che gli ebrei si armeranno e colpiranno gli egiziani. Seconda parte Mosè torna in Egitto e, in compagnia del fratello Aronne, si reca presso la corte del faraone. Quel giorno diversi ambasciatori si recano da Ramesse e sua moglie Nefertari, tra cui quello di Priamo, re di Troia, che porta in dono un lenzuolo di seta, e quello di Gerico.

Mosè parla al faraone come ambasciatore del regno di Dio: Nefertari lo riconosce immediatamente e freme per riabbracciarlo. Le parole di Mosè sono categoriche:. Ma Ramesse rifiuta. Per dimostrare la sua fermezza, Mosè ordina ad Aronne di gettare ai piedi del faraone il suo bastone che istantaneamente si trasforma in un cobra. Nefertari e suo figlio si allontanano terrorizzati: il solo Ramesse non sembra spaventato.

Jannes, su ordine di Ramesse, fa lanciare a terra due bastoni, compiendo lo stesso prodigio.

Ma, tra lo stupore generale, il cobra di Mosè divora quelli di Jannes. Ramesse, per nulla scosso, non solo rifiuta la richiesta di liberare il popolo ebreo, per quanto ordina che gli schiavi da quel giorno in poi fabbrichino i mattoni senza paglia, cosa impossibile senza un prodigio:. Mosè è costretto ad allontanarsi, tra le risate degli ambasciatori e sotto lo sguardo sempre innamorato di Nefertari.

Gli ebrei di Gessen esultano vedendo tornare Mosè e lo acclamano come loro Liberatore. Chiedono quando usciranno dall'Egitto, ma Aronne rivela loro la triste verità: non saranno liberi, ma anzi dovranno lavorare ancora di più. Mosè è affranto e Dathan, che ha assistito alla scena, aizza il popolo contro il profeta, chiedendo la sua lapidazione.