Skip to content

TAICHIFORLIFE.INFO

Taichi For Life | Scarica i file gratuitamente

SCARICARE PUNTATE YU GI OH GX IN ITALIANO


    Episodio 1 - 06/10/ - Il prossimo re dei giochi (ITA Streaming & Download Italiano HD) Episodio 2 - 10/10/ - Benvenuti all'Accademia. 1° Stagione – Le Bestie Sacre. Episodio 1 - Il prossimo re dei giochi · Episodio 2 - Benvenuti all'accademia del duellante · Episodio 3 - Duello D'amore. Yu-Gi-Oh! GX inizia 5 anni dopo gli eventi di Yu-Gi-Oh!, con il protagonista, Jaden Yuki, che ottiene la carta Episodi in streaming disponibili: Ita: I due sono uniti dal fatto di poter vedere entrambi gli spiriti dei mostri. yu gi oh gx streaming herunterladen ita episodi iscriviti, lascia like e commenta!! buona visione:) tutte le puntate di yu gi oh vrains in streaming o da scaricare se. Yu-Gi-Oh! GX ITA Streaming & Download degli episodi. Yu Gi Oh GX segue la storia di Jaden Yuki, un giovane e dotato duellante a cui viene data la carta.

    Nome: re puntate yu gi oh gx in italiano
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file:58.61 Megabytes

    SCARICARE PUNTATE YU GI OH GX IN ITALIANO

    GX è il pseudo-sequel completamente itagliano della serie horror omonima prodotta da Tazuki Takahashi sotto minaccia dal gruppo estremista degli otaku del Vicolo Stretto del Monopoli di tua sorella. XXX , dando una trama decisamente diversa a quella del suo predecessore. Nelle scene immediatamente successive si vedono i due discutere animatamente della cosa.

    In seguito arrivano i personaggi secondari che, non avendo niente da fare oltre a mandare per scherzo pacchi misteriosi e puzzolenti alla città di Napoli, si uniscono alla discussione. Tale programma non piacque comunque al MOIGE [2] che, ritenendo tale programma diseducativo ai propri pampini [3] , preparano un attacco terroristico nella casa del suddetto, rapendolo e constringendolo ancora una volta a riscrevere il tutto in modo che al centro del telefilm tornassero, con grande gioia dei venditori di corde che saranno usate dalla stragrande maggioranza dei telespettatori che la faranno finita non appena ne apprenderanno la notizia, ai giochi di carte.

    La trama della serie è pressoché la stessa di prima: un ragazzo, Jaden Yuki entra in una scuola di briscola dietro consiglio del suo patrigno Giulio Tremonti. Qui, a forza di siringhe di ecstacy cammuffate dietro carte da gioco, inizia ad autoproclamarsi il re dei giochi, affrontando chiunque gli capiti a tiro a duello con satanica passione, vincendole, tramite distorsioni spazio-temporali causate dai peti di Peter Griffin che sfrutta a suo vantaggio.

    E' qui dove l'anime destinato a questo merchandising di gioco di carte ha toccato il fondo. Sulla storia non c'è molto da dire: il protagonista, Jaden, fa parte dell'accademia dei duellanti e insieme ai suoi amici vivrà sempre nuove sfide e avventure.

    La grafica sembra incredibile, ma di solito col tempo migliora; qui invece troviamo una regressione rispetto alla prima serie di "Yu-Gi-Oh! Attenzione: la recensione contiene spoiler In primis vorrei dire di non avere seguito con il pieno ordine episodi. Quando riuscivo e non avevo da fare, me li trovavo in TV e li guardavo, tanto che pur avendone visti solo o , è una misura sommaria ho visionato il primo e l'ultimo; veniamo alla descrizione.

    Grafica: la grafica, per me, è decisamente brutta. Come dico sempre non sono un esperto, ma non penso ci sia bisogno di essere un mangaka per capire come sia basso il livello di quest'opera! I tratti, dalla serie "base" di "Yu-Gi-Oh", mi sono sembrati ancora più infantili, grezzi se vogliamo, spesso e volentieri demenziali: il personaggio che somiglia a un grasso koala, il nanerottolo codardo, il professore travestito, ecc.

    Storia: ammetto di non sapere molto della storia, e sinceramente non me ne dispiaccio, quindi non spoilero nemmeno più di tanto.

    Che dire. Poco interessante come storia, banale, ripetitiva, scontata, buonista. Unica cosa buona almeno secondo me, che mi sono affezionato a queste carte con la prima serie specie per i loro disegni , è la presenza di numerose e varie "fusioni" che danno vita a molte nuove carte, la presenza delle vecchie carte più famose i vari draghi, Drago Alato di Rah, Mago Oscuro, ecc. Personaggi: quanto di peggio si possa trovare nelle prime serie, permettetemi di smontare le cose una alla volta.

    Abbiamo un protagonista poco credibile, ben più imbattibile del protagonista della prima serie, che usa spesso e volentieri fusioni durante gli incontri che, puntualmente, vince.

    Nel vortice di esagerazione si fa capire come possa vincere i suoi insegnanti, i suoi amici, i suoi nemici e lo stesso Yugi della prima serie, senza un minimo di logica. Alexis Rhodes, Chumley Huffington, Bastion Misawa e Syrus Truesdale sono il gruppetto classico, infatti abbiamo, in ordine, la pettoruta ragazza del gruppo, il grassone non me ne abbiano le persone sovrappeso con fantasie di grandezza, il belloccio amico che fa da "scienziato" sbruffone, e infine il classico "sfigatello", piccolo, studioso e tecno-dipendente con complessi d'inferiorità, specie con il fratello, Zane Truesdale ma che novità che fa anche da nemico sociale, il pilastro da scardinare per arrivare alla fama assoluta, essendo una specie di celebrità oscura.

    Lymar Banner, infine, è il classico cattivo nascosto da buon professore, che, indovinate? Unici personaggi piacevoli, e mi duole dirlo, sono i mostri delle carte.

    Considerazioni finali: trovo quest'anime insulso e anche noioso, non fosse per gli scontri. Ha affossato quella che era la prima serie, molto più piacevole e adulta seppur troppo modificata in Italia ; sconsiglio caldamente la visione a tutti, esclusi forse bambini che vogliono vedere lotte colorate e buonismo.

    Seconda serie ispirata al celebre brand di carte Yu Gi Oh. Rispetto alla serie precedente mantiene la stessa impostazione e gli stessi elementi fondamentali. Dire semplicemente Yu Gi Oh faceva venire in mente i duelli emozionanti tra Yugi e Seto Kaiba, personaggi che in questa serie non compariranno.

    O per meglio dire, compariranno ma con un aspetto diverso. La parte migliore della serie sono sicuramente i duelli che, grazie alla notevole varietà di carte, risulteranno sempre piacevoli e mai monotoni e ripetitivi.

    Perché è di marketing che si tratta, in sostanza tutti queste serie come anche Bakugan, Beyblade e Duel Master nascono solamente per creare un brand che permetta di vendere enormi quantità di gadget.

    Yu Gi Oh probabilmente si distingue da loro solo per l'enorme successo avuto, difficilmente replicabile. In conclusione questo GX è una serie piuttosto mediocre, appena sufficiente, una visione piuttosto piacevole, senza pretese, un bel passatempo in sostanza. GX è un anime, creato dall'omonimo manga, prodotto dallo Studio Gallop, che ha riscosso un grandissimo successo, sia in patria che all'estero.

    Duel Monsters. Questa corrisponde alla seconda serie, ovvero quella che precede Yu-Gi-Oh! La trama, anche se credo sia conosciuta da tutti, narra delle vicende di Jaden Yuki, uno studente dell'Accademia del Duellante, ovvero una scuola per giovani "Duel Monsters", creata da Seto Kaiba, personaggio importante della prima serie. Nella nuova scuola conoscerà altri studenti come lui, che vivranno in compagnia del protagonista le più svariate avventure, ovviamente tutte riguardanti sfide di Duel Monsters.

    Riguardo alla trama e al suo svolgimento c'è ben poco da dire. Io credo che questa seconda serie sia di un livello completamente inferiore alla precedente, che, a modo suo, riusciva più o meno ad attirare la mia attenzione. Si poteva fare un lavoro decisamente migliore visto il successo della precedente serie. Diciamo che i momenti salienti scarseggiano e non sono presenti colpi di scena, ma durante tutto lo svolgimento la storia rimane "piatta". Pochi sono stati i momenti in grado di suscitare in me qualche emozione, e sono rimasto davvero deluso.

    Per quanto riguarda il lato tecnico posso dire che la regia era nella norma, compreso il doppiaggio in lingua originale, mentre quello Italiano era particolarmente buono.

    Concludendo posso dire che è un anime che secondo me non merita tutto il successo ottenuto, almeno per quanto riguarda questa serie. Attenzione: la recensione contiene spoiler Parlare dell'anime di Yu Gi Oh! Prima serie: la prima metà della prima serie è spazzatura. Non c'è altro modo per definirla. Pura e semplice spazzatura. Abituati al Faraone, a Kaiba, Mokuba, Anzu, persino a Jono-uchi, trovarsi di fronte un gruppo di stupidelli che duellano per qualche voto o per passare il tempo, invischiati in assurde sfide, è stato uno shock.

    Deludente come pochi altri inizi. Voto: 0. La seconda metà della prima serie migliora leggermente, finita l'introduzione dei personaggi si passa ad affrontare il cattivo di turno e i suoi duellanti.

    Le sfide si susseguono più o meno emozionanti, ma non ci sono grandi colpi di scena. Voto: 5. Seconda serie: questa serie parte già meglio.

    Anche solo per questo la serie merita la sufficienza.

    Yu-Gi-Oh! GX

    Fra le new entry spiccano Edo Phoenix, belloccio già professionista con un amico in grado di prevedere il futuro che naturalmente porterà guai , e Tyranno Kenzan, il classico tipo un po' sempliciotto ma simpatico che serve da spalla all'eroe. Che, naturalmente, è ancora Judai. Judai è troppo eroe. Mentre Kaiser Ryo cade in disgrazia, lui continua a sfavillare assieme al suo gruppetto di amici, diventando sempre più il loro faro.

    Un po' troppo lecchina, come cosa.

    Yu-Gi-Oh! Duel Monsters (2000) Ita Download

    Voto: 6. Il loro pregio più grande è quello di eclissare il gruppetto di amici di Judai, dando una ventata d'aria fresca al tutto. La prima metà degli episodi è tranquilla, segue il solco di una normale serie sui duelli. La rivoluzione arriva durante la seconda parte, quando Yubel scatena il caos.

    Perché Judai perde colui che era diventato il suo migliore amico. E, consapevole di essere responsabile dell'ira di Yubel, nel tentativo di ritrovarlo fallisce nel salvare anche gli altri suoi amici. Manjoume, Tyranno, Asuka e Fubuki svaniscono di fronte ai suoi occhi, e tutta la colpa cade su Judai.

    L'eroe invincibile non c'è più, e Judai sprofonda nelle tenebre, causando volontariamente molto altro dolore. Solo i sacrifici di Jim e Austin lo risveglieranno, ma la consapevolezza di essere responsabile anche della loro perdita lo lascerà totalmente senza fiducia in se stesso.

    Alla fine riuscirà a risollevarsi, ma il prezzo da pagare, fra vite umane, dolore e amicizia persa sarà stato molto alto. Voto: e lode a una serie bellissima. Quarta serie: ambientata subito dopo la fine della precedente, è quella che segna il definitivo cambiamento del protagonista.

    Streaming Yu gi oh! GX ITA

    Lo si nota già dal suo aspetto, decisamente più maturo migliora molto fisicamente, e finalmente sparisce quel taglio di capelli a funghetto! Incredibile a dirsi, Judai diventa persino musone, in certi momenti.

    È consapevole di essere in larga parte responsabile del dolore patito dai suoi amici, e questo lo ha fatto crescere. Porta sulle sue spalle sia il suo destino e quello di Yubel, sia le sofferenze provate e causate. Arriva anche ad allontanarsi dagli altri, quasi a non fidarsi più di loro. Ma non è l'unico a essere cambiato. Anche i suoi amici hanno sviluppato carattere e personalità.

    È l'ultimo anno di scuola, e il loro futuro appare incerto. Durante lo svolgimento della serie, tutti affronteranno dubbi e paure, per riuscire a decidere quale strada percorrere. Solo a fatica riusciranno ad aprirsi una strada verso il futuro. Purtroppo la serie scade col penultimo duello. Si ritorna alla prima parte della prima stagione, con un avversario che tira fuori un discorso ridicolo e con Judai di nuovo eroe in dovere di salvare il mondo.

    Lo batterà, ma il duello non sarà bello quanto l'ultimo, forse il più atteso. Voto: 7.

    Tirando le somme, il voto finale è 8. È anche un voto dato alla straordinaria rappresentazione fatta della maturazione psicologica di Judai, che parte bimbominkia scusate il termine, ma quando ci vuole ci vuole!

    In più le sigle sono eccellenti. Il problema di questa serie nasce dal fatto di aver cercato per forza di distaccarsi completamente dalla prima nella narrazione, nei personaggi ed anche nelle carte.

    Da qui cominciamo a vedere il delinearsi di una situazione artistica che sarà molto frequente negli anni a venire, le serie-fiume fatti di troppi episodi filler per approfondire i personaggi, azione quasi vicina allo zero e troppi episodi che disperdono in una maniera raccapricciante la trama. Questo è un tema che accomuna altre serie importanti come One Piece, Detective Conan e Naruto, ancor oggi schiavi di questa enorme ed infinita narrazione che poteva trovare spazio anche in meno argomenti da inserire beneficiandone nella qualità.

    Degli anime citati sicuramente questo è un titolo che ne risente di questa situazione forse più degli altri, proprio per il fatto che cambia completamente registro rispetto alla serie precedente, forse dettato dal fatto di non dover proporre una minestra riscaldata con poche idee senza costrutto.

    Qui il protagonista non si serve di nessun alter ego proveniente da chissà quale altra era, sui di lui si concentra quasi tutta l'azione della narrazione assieme ai comprimari, ma torno a ripetere che tutto si poteva fare con minor sforzo realizzativo e narrativo.

    Non mi sento di consigliare più di tanto questa serie se non per alcuni episodi ben realizzati verso il finale della storia e nella parte centrale, in cui il ruolo di alcune carte comincia a diventare molto importante, a voi quindi la scelta di vederlo o no, ma torno a ripetere, ce ne vuole per pareggiare col primo della saga, come direbbe Caparezza in una sua canzone "il secondo album è sempre più difficile nella carriera di un artista" e questo è proprio il caso di dirlo!

    Nel cast dei doppiatori figurano Lorenzo Scattorin, Gabriele Calindri, Giorgio Bonino e Claudio Moneta, per citarne alcuni, che salvano la baracca di questa opera prolissa migliorando di molto parecchi episodi di questa serie che sarebbero di un piattume unico, difatti ho messo la sufficienza proprio per lavoro svolto dai nostri artisti.

    Torno a ripetere, si poteva fare di meglio per questa serie, che ha tradito di molto le attese. Per quanto graficamente sia sempre un prodotto validissimo ci troviamo di fronte ad una trama troppo fragile, che vede la presenza di un protagonista talmente perfetto da essere irritante oltre che avversari talmente scadenti da non destare meraviglia per le loro sconfitte insomma, per la serie "sono gli avversari a perdere e non il protagonista a vincere".

    Altre note negative sono gli episodi auto-conclusivi, tutti simili tra loro e con il classico stereotipo dei cattivi che vogliono conquistare il mondo. Devo ammettere di aver visto tutta la prima, tutta la seconda e addirittura tutta la terza stagione. Ovviamente non posso paragonarlo con Yu-Gi-Oh! A mio avviso è abbastanza divertente,piacevole e la storia sta in piedi anche se ovviamente non è un cult Mi riprendo un attimo e apro le danze alla recensione di questo ''capolavoro''.

    Il primo Yu-Gi-Oh rappresento' una novità, vuoi per l'ambientazione egizia, vuoi perchè i protagonisti combattono a suon di carte Ma in mezzo arrivo' la famigerata 4Kids, che stupro' quest'Anime, rendendolo un'operazione commerciale e nulla di piu'. E il seguito, invece?

    Senza troppi giochi di parole, dico subito che è brutto. Non tanto è il fatto che anche questa seconda serie è caduta nelle grinfie degli ''ameriggani'', il fatto è che sfrutta solo la scia del successo di questo brand Già all'inizio, l'ambientazione e i riferimenti all'Antico egizio spariscono del tutto, lasciando spazio ad una sorta di università simil-Grande Fratello I protagonisti sono uno piu' stupido e stereotipato dell'altro : abbiamo il protagonista principale ''quasi indistruttibile, non tanto per abilità ma per questione di culo''.

    Una tettona ariana, che non si capisce il suo ruolo. Il fratello del NERD, bello e tenebroso, che passa il suo tempo ad apparire e scomparire nel corso della serie, senza spiegazione alcuna. Gli altri, invece La storia: una serie di episodi auto-conclusivi ripetitivi, con pochissime varianti. Un insieme di buonismo che farebbe impallidire perfino Hallo Spank! Combattimenti privi della suspanse della serie originale.

    Cattivi che non vanno oltre al solito ''impossessarsi del mondo''. Nuovi assurdi concetti, come ''mandare i nemici tra le stelle''? Ed infine, ciliegina di un'amara torta Mi chiedo per quale motivo Takahashi abbia collaborato alla realizzazione di tale abominio. Solo in inglese, giapponese e coreano. Inoltre, mostri caratteristici quali Mago Nero e Drago Bianco Occhi Blu fanno la loro comparsa con una grafica dinamica! Inoltre, nel Negozio ti attendono nuove carte!

    Completa missioni specifiche per sbloccare e utilizzare questi personaggi. Ottieni ricompense e abilità facendo salire di livello i tuoi personaggi preferiti e raggiungi i massimi livelli. Duel Links, affronta incredibili Duelli con giocatori di tutto il mondo in qualsiasi momento e ovunque tu sia. Scala le classifiche fino a proclamarti Re di Duel World! Non perderti le carte disponibili prossimamente! Konami Digital Entertainment Co. Duel Links 4. Duel Links Tags Carte.

    Duel Links Aggiorna il: È necessario Android: Android 4. Duel Links 3. Tales of Wind 2. Servizi operatore Ragnarok M 1. Garena Free Fire: Spooky Night 1.