Skip to content

TAICHIFORLIFE.INFO

Taichi For Life | Scarica i file gratuitamente

SCARICARE ULTIMA VERSIONE MAME32


    Contents
  1. Mame32 0.177
  2. Mame32: emulatore per windows, download
  3. ULTIME NEWS DAL MONDO DEL TURISMO IN ITALIA
  4. CERCASI METAL SLUG [Archivio] - Hardware Upgrade Forum

Mame32 è un emulatore di giochi che permette agli utenti di riprodurre i giochi arcade sul PC. In realtà è un acronimo di Multiple Arcade Machine Emulator. MAME (Multiple Arcade Machine Emulator) è un emulatore per giochi di tipo Borne d'arcade. Facile da installare, MAME è in grado di emulare più di Chi dovesse tuttavia ancora adoperarlo, può avvalersi di una versione realizzata Entriamo in quest'ultima, clicchiamo col destro del mouse e diamo il. Download MAME Divertiti Una fantastica versione dei più noti multi- emulatori per Windows e Dos. Mame Ultima versione. · Versione precedente. k MAME32 está muy bien, pero consume muchos recursos. MAME Download - Sezione dedicata al MAME (download, tutorial, della sezione download il più famoso e diffuso è sicuramente il MAME32 (Multiple Arcade e all'ultima versione (al momento la ) MAME è in grado di supportare ben.

Nome: re ultima versione mame32
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza:Solo per uso personale
Dimensione del file:41.67 Megabytes

Per saperne di più sul Mame consultate le FAQ. NET , ma solo informazioni al riguardo. La prima versione del MAME32 , la 0. File zippato contenente dei file. Esistono diverse versioni del MAME e per diversi sistemi operativi. MAME32 è il mame più amato e utilizzato, vista la semplicità e immediatezza nell'uso.

Nel caso di problemi di login o per segnalare eventuali discrepanze potete scrivere a questo indirizzo email : simone[chiocciola]emulab. Avvisiamo gli utenti che ci potrebbe essere qualche imperfezione nei post importati da mamechannel.

Un salutone a tutti voi, ricky74 e Simone. Restate sintonizzati! Inizialmente supporta solo una manciata di giochi, ma, con il passare del tempo i giochi sono via via aumentati fino agli oltre attuali. Nel suo cammino ha conosciuto svariate release fino all'attuale MAME 0. A Nicola si sono affiancate molte persone che hanno portato avanti il progetto anche su altre piattaforme, questo grazie ai codici sorgenti che sono disponibili e modificabili da chiunque.

Ovviamente bisogna rispettare alcune regole ma questa e' un'altra storia. Esistono inoltre le versioni intermedie, riconoscibili dalla sigla uX esempio 0. Quando il codice risulta essere maturo uscirà la nuova versione stabile.

Mame32 0.177

Inoltre esistono versioni di MAME non ufficiali, più o meno tollerate dalla licenza dello stesso, che possono avere più giochi o funzioni.

Detenere rom , chd e sample , non è legale a meno di possedere il coin-op originale. Ci sono comunque alcune giusto un paio software house che hano deciso di rilasciare le loro 'roms' gratuitamente.

Guarda questo:VOCI X TOMTOM SCARICA

Qui ne trovate alcune. JavaScript Google Banner. Stile corrente:. Se selezionata, potrebbe addolcire la visualizzazione a scatti di alcuni giochi a scorrimento. Sync to monitor refresh : Questa opzione dice a Mame32 di ignorare la frequenza di aggiornamento del gioco originale e di sincronizzarla alla frequenza corrente del monitor.

Questo potrebbe far girare il gioco troppo velocemente se per esempio il monitor ha una frequenza di 85 Hz. Attendere sincronizzazione verticale : Questa opzione dice a Mame32 di attendere che termini il ciclo di aggiornamento del monitor prima di cominciare a inviargli dati. Per chi vuole autocostruirsi un joypad arcade utilizzando una vecchia tastiera, Per rivivere le emozioni degli arcade a casa come al bar!

Questa è una guida passo passo per studiare, utilizzare e configurare correttamente i circuiti di una vecchia tastiera per costruire un joypad arcade. Dunque, esponiamo bene quello che vogliamo fare: con una tastiera vogliamo ricavare un controller per videogiochi composto da 2 joystick a 4 o 8 vie e 6 bottoni ciascuno, senza che ci siano fastidiosi effetti tipo tasti bloccati o non premuti.

Inoltre aggiungeremo i pulsanti utilizzati dal MAME per inserire i gettoni, scegliere il giocatore, mettere in pausa ed eventualmente altri tasti funzione I tasti sono da considerarsi come degli interruttori: quando vengono premuti, viene chiuso un circuito sotto di loro, ossia viene creato un ponte tra due piste normalmente scollegate tra loro. Immaginate che questo codificatore osservi sempre i tasti, e quando ne è stato premuto uno lui è pronto per gridare al pc "Hei, guarda che è stato premuto il tasto x", ovviamente in un linguaggio interpretabile dal computer.

Cosa vuol dire? Il chip possiede solo una trentina di piedini, e ne usa 16 o 18 per le righe e 8 per le colonne o viceversa, dipende da come si guardano ;.

Ad ogni combinazione di coppie riga,colonna corrisponde un tasto. I problemi di questo sistema nascono quando si vuole premere più di un pulsante, in quanto il controller potrebbe pensare che siano stati premuti tasti che non abbiamo mai toccato o che non riesca a leggere i tasti da noi premuti.

Tali fenomeni prendono il nome di key ghosting e key blocking. E' abbastanza chiaro? E' il punto più facile, visto che se avete letto il materiale occorrente dovreste averla già sotto mano. Ricordatevi che con queste operazioni la tastiera sarà poi inutilizzabile per gli scopi abituali, ossia scrivere. Questo passaggio non è obbligatorio, ma è per farvi un'idea di quanti tasti riuscite a premere contemporaneamente. Utilizzate il programma keyscan e premete quanti più tasti possibili senza sentire il solito beep, e provate a vedere se tutti i tasti sono riconosciuti correttamente.

Poi spegnete il pc, staccate la tastiera , e dimenticatevi di quello che avete fatto: c'è un metodo più scentifico per decidere quali tasti vanno bene senza blocking o ghosting A seconda delle tastiere, dovete arrangiarvi a capire come sono state chiuse. Di solito ci sono due o tre viti sul retro nella parte alta, mente il lato basso è agganciato con dei fermi o a pressione Ecco la spiegazione pratica di quanto ho cercato di dire teoricamente: ogni tasto ha un circuito di due piste, ma queste piste sono condivise con gli altri tasti, e terminano in due connettori separati che sono collegati ai piedini del chip integrato.

Mame32: emulatore per windows, download

L'interno delle tastiere non è sempre uguale; ci possiamo trovare infatti di fronte a: a. Circuito in bachelite, ossia tutte le piste stanno su una piastra; b. Fogli mylar separati: le piste sono su due fogli distinti separati da un foglio isolante; solo in prossimità dei tasti sono presenti dei fori, e alla pressione del taso i due fogli con le piste vengono a contatto, chiudendo il circuito.

I tasti di solito sono bloccati sulla struttura esterna. Fogli separati chiusi tra i tasti e un supporto in metallo: è la soluzione che ho trovato io sulla tastiera olivetti, e sono stato fortunato: i tasti restano attaccati ai circuiti anche se si rimuove il coperchio, quindi la tastiera è utilizzabile anche aperta.

A seconda del tipo di tastiera trovato, procederemo in diversi modi, in quanto alcuni sono più veloci per un tipo e altri più macchinosi. Ecco il lavoro che impegnerà un'oretta di tempo, magari di meno se siete in due! Ora dovete cercare quale circuito chiude ciascun tasto, ossia quale coppia riga,colonna fa capo ad ogni tasto. In caso di tastiera in bachelite non ho le idee molto chiare a riguardo, in quando non ho mai visto una di queste tastiere internamente. Per gli altri due tipi, invece, procediamo.

C'è una schedina sulla quale sono alloggiati un chip e due connettori; i connettori fanno da collegamento ai fogli della tastiera e la schedina del chip. Tastiera a fogli dato che in questa tastiera è possibile vedere le piste, basta focalizzare l'attenzione sui due contatti posti in corrispondenza di ogni tasto e seguirne la pista fino alla fine, ossia fino ai connettori: i numeri delle due piste saranno la coppia riga,colonna riservata a quel tasto.

Annotate il tasto nella tabella sopra creata. Tastiera con fogli "bloccati" in questo caso le piste sono nascoste, e per non rovinare del tutto la tastiera potrebbe servirci in una eventuale verifica ci muniamo di tester o apparecchio simile e focalizziamo l'attenzione sule parti terminali dei fogli, ossia le linguette attaccate ai connettori del piccolo circuito interno alla tastiera.

Utilizzando i punteruoli se avete dei morsetti siete più fortunati! Quando verrà premuto il tasto corrispondente a quella coppia di piste, il tester segnerà 0 ohm. Badate bene che il valore deve essere esattamente 0ohm, non 0,6 o qualcosa del genere.

Non ho sperimentato questo metodo, ma qualcuno l'ha fatto prima di me, e funziona. Un altro metodo vi fa risparmiare tester e lampadina, ma non mi assumo nessuna responsabilità per danni eventuali alle vostre attrezzature.

ULTIME NEWS DAL MONDO DEL TURISMO IN ITALIA

Procuratevi un normale filo di materiale conduttore isolato un cavetto elettrico Con la tastiera aperta collegatela al PC, o addirittura collegate solo il circuito senza i fogli e i tasti, e avviate keyscan. Ecco a voi la matrice della vostra tastiera! Ora risulta facile capire perchè alla pressione di due o più tasti il nostro metal slug si inchiodava: un player continuava a sparare, un'altro ad andare avanti Ora porteste buttare i fogli e la plastica della tastiera, per tenere solo il cicuito con il chip di codifica.

Adesso dobbiamo trovare una combinazione di tasti adatta per far funzionare tasti direzione e pulsanti contemporaneamente. Discorso diverso, invece, per i tasti direzionali: dato che i tasti su e giù non verranno mai premuuti contemporaneamente, possiamo utilizzare due tasti della stessa colonna; lo stesso dicasi per i tasti sinistra e destra, per tutti e due i giocatori.

Attenzione: se si vogliono utilizzare 6 tasti per giocatore e la tastiera utilzza una matrice di 16x8, ci possono essere problemi per il caricamento dei crediti e i pulsanti di start: sarebbe poco carino se, mentre siete al mostro finale di blazing star e il vostro amico vi vuole venire in aiuto, il controller si blocchi perchè sono stati inseriti i crediti!!!!

Si possono aggiungere altri tasti, come P per la pausa, f2 per entrare nella configurazione del gioco, il tasto tab si possono comunque configurare diversamente , eccetera Ultimo, dobbiamo prevedere di uilzzare anche il tasto esc, se vogliamo poter uscire dai giochi senza toccare la tastiera.

Io ho dissaldato i connettori originali per fare posto a una morsettiera a vite, in modo da velocizzare le operaizoni di collegamento e ridurre i danni in caso di errore.

Se non siete esperti, fatevi aiutare da un amico pratico in saldature. Ecco che ci viene in aiuto la cartella "ctrlr" e il file "std. Dunque, cominciamo: -Create una sottocartella nella cartella "ctrlr" del MAME32 -Rinominate la sottocartella con il nome del vostro controller lo avrete battezzato, o no? I tasti che non vi interessano o che non avete modificato possono essere cancellati dal file, in quanto saranno presi in considerazione i valori standard. Nel nostro esempio, quindi, dovremmo scrivere questo:.

Come potete notare, ho configurato solo i tasti prettamente necessari, e ho utilizzato la combinazione dei due tasti start per mettere il gioco in pausa. Ultima cosa: dobbiamo configurare anche i tasti per poter navigare nei menu del MAME32, ossia per sfogliare i giochi e avviarli. Premetto che non ho mai costruito un cabinato, ma mi sono informato molto per poterlo fare. Comunque sia, lascio disponibili gli appunti seguenti, per avere un semplice riferimento in lingua italiana per chi vuole cimentarsi in quello che non sono riuscito a fare io.

Esponiamo il progetto: Costruire un arcadePC ricavato da un cabinato originale, per avere le stesse emozioni del vecchio arcade. La scheda video passa in secondo piano. La prima cosa da fare, quando non si ha ancora il cabinato, è preparare il materiale a disposizione. In particolare, l'aspetto interessante e più avvincente è quello di preparare la tastiera ad essere interfacciata con i joystick e i pulsanti dell'arcade. Il mio proposito è quello di utilizzare sei pulsanti e un joystick per ciascun giocatore, per un totale di 12 pulsanti e 8 direzioni.

La particolarità delle tastiere è dovuta al fatto che non tutti i tasti possono essere premuti contemporaneamente, ma il funzionamento del chip di codifica interno alla tastiera stessa limita il numero di tasti premuti possibili, pena un blocco dei tasti durante il gioco. Per questo è necessario un metodo di "osservazione", o meglio rilevazione, per scoprire come funziona il chip della propria tastiera, e scegliere i tasti di conseguenza, in modo da poterli premere assieme.

Il procedimento seguito è spiegato in questa pagina. Spero sia chiaro anche per voi! A febbraio ho avuto l'onore e la fortuna di mettermi in contatto l'espertissimo Stefano Zanelli a.

Nella pagina personale di Jimi sono contenute foto dei suoi progetti e alcuni consigli su come creare il cabinato. Inoltre, ho acquistato da lui il MagicBox , essenzialmente un trust televiewer modificato con per poter utilizzare una scheda VGA con un monitor arcade.

I monitor arcade, infatti, lavorano a frequenze inferiori a quelle dei monitor VGA convenzionali. Le schede grafiche, di conseguenza, sono tarate sulle frequenze di quest'ultime, e diffcilmente riusciranno ad abbassarsi a tanto. Sotto DOS è stato sviluppato un driver generico che permette di abbassare tale frequenza se la scheda la supporta , ma si è comunque limitati ad un sistema operativo obsoleto.

Tramite il MagicBox posso utilizzare qualsiasi scheda video, qualsiasi sistema operativo e utilizzare qualsiasi programma Grazie al forum www. Alla domanda "Perché mettere un computer in auto? Siete degli smanettoni e non sapete cosa fare nelle vostre giornate Vi piace un sacco il sistema d'intrattenimento della mercedes ma non avete i soldi neppure per una fiat modello "baracca" Non volete cambiare l'autoradio ogni 2 anni perché è uscita la nuova funzionalità della quale non potete fare a meno Non volete continuare a portare avanti e indietro i vostri CD, ma volete comunque avere tanta musica in auto Come me odiate l'idea di dover dipendere unicamente da formati chiusi come l'MP3 quando ci sono validissime alternative libere OGG vorbis ad esempio non suportate da nessun autoradio Varie ed eventuali ; Qualunque sia la ragione che vi spinge a farlo, sappiate che non è una passeggiata.

Sarà un progetto che vi porterà via parecchio tempo. Occorrerà risolvere alcune problematiche. Primo fra tutti l'alimentazione: non abbiamo V da fornire all'alimentatore ATX! Ecco le soluzioni: La prima prevede l'uso di un inverter, un particolare prodotto che trasforma i 12V a corrente continua della batteria dell'auto in V a corrente alternata, come se fossimo a casa.

Ovviamente questa soluzione è un po' macchinosa, in quanto un normale alimentatore ATX trasforma i V della rete elettrica di casa in tensioni utili per un computer, ossia 12,5 e 3 volts. Di conseguenza, utilizzare un inverter è come scaldare dell'acqua fredda per poi raffreddarla e berla. Altra possiblità è data dall'uso di un computer portatile: i notebook con schermo rotto sono ottimi candidati per l'installazione in auto, ed è sufficiente il classico alimentatore da auto, quelli con la presa dell'accendisigari per intenderci, per fornire l'alimentazione sufficiente a funzionare.

Anche l'opzione MacMini è ugualmente valida: in uno spazio ridottissimo abbiamo tutto quello che serve. Secondo aspetto è lo spazio: per non scarificare il bagagliaio, dobbiamo cercare di limitare le dimensioni del pc. Le schede madri del formato mini-ITX sono probabilmente le più indicate per questo scopo: in dimensioni ridotte 17x17cm hanno processore, video, audio, rete, usb, firewire integrati. L'unica nota negativa è il prezzo. A proposito di dichi e cdrom, è consigliabile indirizzare l'attenzione alle versioni "slim", quelle utilizzate per i portatili.

Anche sotto questo punto di vista l'utilizzo di un notebook risolve la problematica brillantemente. Basta trovare un modo per bloccarlo sotto il sedile o sul lato del bagagliaio. Esistono comunque soluzioni già confezionate, grandi come autoradio normali, ma costano un bel po' e sono poco personalizzabili. Terzo: il controllo. Tastiera e mouse sono inutilizzabili in auto, occorre utilizzare un sistema di input alternativo.

Tra le migliori opzioni ci sono: Touchscreen: con uno schermo predisposto, basterà toccare direttamente i bottoni visualizzati. Tramite un piccolo circuito è possibile interfacciare un comune telecomando con il computer, associando ad ogni tasto una particolare operazione. Esistono anche versioni commerciali attualmente in vendita. A tal proposito è possibile acquistare dei piccoli monitor LCD, da 7 o 8 pollici, con o senza touchscreen. Ci sono diversi tipi di installazione: Monitor a scomparsa, occupano lo spazio dell'autoradio ed escono solo quando serve; ci sono modelli motorizzati ed altri manuali.

Monitor da tetto, scendono come le alette parasole Monitor normali: costano di meno ma bisogna studiare il metodo per integrarli in plancia con la vetroresina Audio: bisogna collegare l'audio in uscita al vostro computer con l'impianto audio dell'auto.

Se possedete un'autoradio simile è sufficiente collegare l'uscita stereo del computer con questa entrata dell'autoradio con un semplice cavo adattatore da Jack a RCA. In questo modo potrete usare i comandi dell'autoradio per regolare il volume, ma non per controllare gli altri aspetti.

Utilizzare il connettore per il caricatore cd dell'autoradio: in circolazione ci sono dei dispositivi che permettono di controllare alcune applicazioni come winamp direttamente dall'autoradio, emulando un caricatore cd. Ottimi se non avete intenzione di installare programmi di navigazione o far vedere film in auto ai passeggeri. Collegamento diretto con l'amplificatore: se non avete intenzione di utilizzare o comprare un autoradio, ma avete o volete acquistare un amplificatore, potete utilizzare il cavo Jack-RCA collegandolo direttamente all'entrata dell'ampli.

Il controllo dei volumi sarà fatto totalmente dal computer. Trasmettitore FM: collegando questo dispositivo all'uscita audio del computer, il segnale sarà trasformato in radiofrequenza, e sarà ricevibile dall'autoradio sintonizzandosi su una determinata frequenza FM. Benché molto comodo, questo sistema degrada la qualità sonora.

Software: per agevolare l'utilizzo in auto, è necessario scegliere le applicazioni più adatte. Il cuore di tutto sarà il frontend , ossia l'applicazione che permetter di controllare facilmente la libreria musicale e di lanciare altre applicazioni come il navigatore o il browser web se volete utilizzare internet in auto! In ogni caso bisogna prediligere programmi che abbiano l'interfaccia grafica più semplice e intuitiva possibile, in modo da non perdere troppo l'attenzione durante la guida.

Quasta guida è tutt'altro che esaustiva, in quanto questo mercato è in continuo cambiamento e io ho abbandonato questo progetto. Per approfondimenti vi mando ai seguenti siti: Mp3car. Strokes are motions of the mouse that can be interpreted by a program as a command.

The basic idea: Your program forwards mouse position to a pyStroke function called StrokeRecord x,y. Then, when your program stops tracking mouse position ie on a mouseup event , pyStroke function StrokeTrans returns a string of numbers representing the path that the stroke followed on a 3x3 grid.

This grid looks like this: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Download pyStroke 0. With this small utility you can split your romset into categories in an easy way. ROMsCat uses Catlist. If you use MAME32 you will find those.

Screenshot How to use it Select a valid catlist file Select one or more category to process Select your romset directory and the destination directory If you want to divide ROMs by categories, check the "Create subfolder for every category" Choose the type of file to process: it can be.

Select the action to perform on the romset: copy or move to the destination directory, or delete them from your romset. At the en of the process, a ROMsCat will inform you about how many files were processed and not found. Download ROMsCat 0. If you find this sofware useful, you can donate with paypal using the link in the right side of the site.

Howto create your own catlist file: If you want to manage your roms in a different way as Catlist does, you can create your own catlist file. You have to name categories in square brackets and list all the roms without extension you want to include in that category. Here's an example: [favorites] pbobble mslug1 mslug2 mslug3 paclandia goldenaxe pang [less played] kof97 kof98 kof99 19xx Feedback If you have any comment, critic or found a bug, contact me by leaving a comment to this page or by mail.

GeexBox è distribuita come una iso bootabile da masterizzare su cd; è possibile utilizzarla da sola o creare un cd contenente sia GeexBox che i file multimediali da eseguire. La iso pronta e scaricabile è disponibile solo in inglese o in francese, per questo è meglio scaricare l'iso generator, che permette anche di configurare telecomando, parametri di visualizzazione e sfondi L'uso di hard disk non è assolutamente necessario, in quanto il cd è bootable e il sistema operativo si carica nella memoria RAM; una volta caricato il cd viene espulso e viene chiesto di inserire il cd con i file multimediali a meno che non siano già presenti sul cd con GeexBox.

Ovviamente la scheda madre deve supportare l'avvio da cd-rom, quindi si dovrà impostare il cd come dispositivo di boot. Operazioni preliminari Lo scopo di questa guida è creare un cd contenente GeexBox in italiano e configurata in base alle vostre o forse è meglio "mie"? Prima di tutto dobbiamo assemblare il pc suddetto. Per meglio confondere il computer tra gli apparecchi elettronici del soggiorno è possibile utilizzare dei case studiati a posta per questo scopo, oppure provvedere a costruirsene uno su misura.

Si possono trovare molti esempi nella sezione modding del forum di Hardware Upgrade. Una volta assemblato il sistema, dobbiamo assicurarci che il bios, possibilmente aggiornato all'ultima versione , sia impostato correttamente.

Accendiamo la macchina, che ovviamente avrete attaccato ad un monitor, e entriamo nel bios tramite il tasto CANC o F2, a seconda del bios. La prima cosa da fare è impostare la sequenza di boot , impostando CDROM come prima, e possibilmente unica, unità di boot.

A questo punto, se siete un poco esperti, possiamo alleggerire il sistema ottimizzando un po' le impostazioni. Ricordiamoci invece della sezione grafica: in caso di chip video integrato, teniamo abilitato la onboard video e la onboard tv-out; per le schede agp l'unica accortezza è impostare la sequenza di accensione delle schede video prima su AGP e poi su PCI Ricordiamoci anche, in caso di scheda audio integrata, di controllare che essa sia abilitata.

A questo punto abbiamo il pc impostato correttamente! Ora segue il passo più "elettronico": se abbiamo deciso di utilizzare un vecchio telecomando del televisore o videoregistratore che è finito in cantina, dobbiamo costruire il ricevitore ad infrarossi che si connetterà alla porta seriale del computer.

Per maggiori informazioni potete visitare il sito del progetto LIRC fatto? On the net! Ora siamo pronti per creare il cuore del nostro sistema, la nostra GeexBox personalizzata.

Prima di tutto dobbiamo ottenete dalla Grande Rete tutto quello che ci serve per poter lavorare e modificare la nostra ISO, per cui muniamoci di computer funzionante e connesione internet e cominciamo a scaricare: GeexBox Iso generator, scaricabile dalla pagina download di geexbox. Se non trovate il vostro telecomando tra quelli elencati nel sito del progetto LIRC, dovrete crearvelo da voi, utilizzando WinLIRC Ok, per il momento internet non serve più, ma lo utilizzeremo in seguito per creare l'immagine del cd.

Al lavoro! Ora che abbiamo tutti i pezzi possiamo cominciare a metterli insieme e configurarli. Prendete l'archivio geexbox generator e decomprimetelo. E comunque vi consiglio l'ottimo e freeware 7-Zip. Prima di proseguire è necessario fare un piccolo intervento, per i newbie che non hanno mai toccato le impostazioni delle cartelle di windows, per visualizzare le estesioni dei file su cui lavoreremo.

Potete trovare una esaustivissima guida su come fare sul sito Ideegeniali. Concentratevi sull'elenco dei tasti, la colonna a sinistra: sono tutti i tasti del vostro telecomando che potete usare per controllare mplayer Un esempio: nel file. Questo va fatto per tutti i pulsanti Prendetevi un po' di tempo e studiate bene la disposizione dei tasti, dal momento che li utilizzerete quando sarete seduti in poltrona. Non volete mica che in una fase di rilassamento del genere siate costretti a scervellarvi per ricordare qual è il tasto del volume?????

GeexBox generator Bene, abbiamo finito con gli smanettamenti!

Abbiamo ancora molte impostazioni da definire, ma grazie al generator il lavoro è molto semplice. Lanciate il file "generator.

Nella prima schermata, "Interface", possiamo impostare la lingua dei menu: scegliamo "Italian" dalla lista che appare facendo click sulla lista corrispondente. Se volete cambiare tema dei menù è sufficiente sceglierlo tramite la lista a comparsa "Theme". Potete tranquillamente lasciare invariate le altre opzioni. Spostiamoci sulla scheda "Audio"; selezionamo l'uscita audio che useremo analogica o SPDIF e la configurazione delle casse stereo, surround a4 casse o surround 5.

Se utilizzate l'uscita SPDIF potete scagliere se utilizzare il passthough in caso abbiate dei processori audio esterni e il formato dell'output nel caso in cui con PCM1 non dia nessun segno di vita Nella sezione "Video" potete scegliere la risoluzione dello schermo, per i televisori classici è necessaria la risoluzione x Se invece avete un plasma o un LCD, beh, controllate la risoluzione supportata da quest'ultimo e impostatela.

Nella scheda "Remote Control" selezioniamo "animax" in tutte e due le liste. Se invece possedete un telecomando tra quelli nell'elenco, selezionate il ricevitore e il telecomando appropriato.

CERCASI METAL SLUG [Archivio] - Hardware Upgrade Forum

Nella scheda "Network" Potete specificare le impostazioni per la vostra scheda di rete ethernet o wifi. Se non ne avete una, o se la vostra rete locale utilizza un server DHCP, lasciate pure tutto com'è, altrimenti procedete all'impostazione dei parametri per la scheda di rete. Nella scheda "Services" potete scegliere se attivare alcuni servizi, utili solo se collegate il computer in rete.

Se non utilizzate una rete locale potete disabilitarli, altrimenti provvedete ad inserire nome utente e password che GeexBox utilizzerà per accedere alla rete di windows di casa vostra. In "Blacklist" potete aggiugere le parole chiave riguardanti le emittenti che non volete vedere nell'elenco delle stazioni TV. Questa opzione permetterà di visualizzare su tale display il nome del file eseguito e una barra di progresso.

La scheda "Packages" è molto importante per caricare codec proprietari e firmware delle schede wireless o ricevitori DVB digitale terrestre. Selezionate tutte le opzioni della cartella "Codecs" per assicurarvi di poter vedere il maggior numero di contenuti multimediali possibili; Selezionate anche i firmware della scheda wireless o del ricevitore DVB che avete intenzione di utilizzare; Infine potete scegliere di scaricare ulteriori temi da utilizzare tramite l'apposita opzione in "Interface".

Una volta selezionati tutti i pacchetti necessari, cliccate "Download" e accetate tutte le licenze d'uso che vi verranno proposte. Nota: per poter ottenere questi pacchetti dovrete connettervi ad internet! Se volete aggiugere musica o film sul cd, potete farlo tramite il pannello "Extra files", selezionanto "Add Files Il programma genererà un file dal nome "geexbox- versione -custom-it-i Se volete rendere la cosa più "cool", vi consiglio di utilizzare un miniCD, possibilmente rw: spenderete meno spazio e vi sembrerà di essere entrati in un film di hacker americani Una volta creato il CD di GeexBox, avviate il computer con il CD inserito, digitate "install" prima che geexbox venga caricato e premete invio.

Quando il programma di installazione sarà avviato, verrà visualizzata una lista di dischi riconosciuti nella quale si potrà installare GeexBox. Selezionate il disco nel quale volete installare GB mediante le frecce e premete invio per continuare. Premendo invio si entrerà in cfdisk, un programma che permette di modificare le partizioni del disco. Cfdisk restituirà l'elenco delle partizioni già presenti sul disco.

Se tutto quello che vedete è "free space" bene, il disco è completamente vuoto ed è possibile creare nuove partizioni selezionando "new", quindi scegliere il tipo se dividete il disco in meno di 4 parti scegliete primary e la dimensione.

Per la partizione che ospiterà il sistema multimediale indicate almeno la dimensione che vi è stata indicata precedentemente, tenendosi un po' larchi per eventuali aggiornamenti futuri; assicuratevi anche che tale partizione sia avviabile, selezionandola e utilizzando il comando "bootable" a meno che il disco non abbia già sltre partizioni e sistemi operativi installati.

Le partizioni aggintive vi serviranno per memorizzare i vostri file multimediali, quindi vi consiglio di farne una sola e bella grande ;. Fatto, selezionate "Write" e incrociate le dita; Quando apparirà il messaggio che vi conferma che sono state eseguite le modifiche alle partizioni, potete uscire dal programma con il comando "quit".

Il prossimo passo sarà quello di scegliere la partizione nella quale installare Geexbox dalla lista. Vi verrà chiesto di formattare la partizione, cosa che dovete fare se avete appena creato la partizione o se volete cancellare il suo contenuto. Se decidete di formattare, vi verrà chiesto con quale filesystem: vi consiglio il fomato ext3.

Completata la formattazione, vi verrà chiesto di configurare i parametri di rete. Se volete cambiare quest'opzione, selezionate "yes" e specificate le opzioni appropriate; se invece volete lascare il DHCP o non avete idea di che cosa sia, selezionate "no". E' possibile anche cambiare il nome utente e la password per accedere ad eventuali condivisioni di rete presenti su altri computer della vostra LAN. Se non si ha bisogno di tutte queste cose, basta continuare a premere invio. Infine, l'installer chiede se si vuole installare il bootloader.

Se non si sa come installare manualmente un bootloader e non si anno altri sistemi operativi che girano sul pc, selezionare "yes". In caso siano presenti altri sistemi operativi, l'installer proverà a rilevare se è già presente un bootloader, ma non sarà infallibile.

NOTA: se non è presente un bootloader e non se ne installa uno anche manualmente , non sarà possibile avviare GeexBox. Se tutto è filato liscio, GeexBox dovrebbe caricarsi dal disco rigido. TroubleShooting Lo sviluppo di GeexBox non è ancora concluso, e probabilmente non si concluderà mai. Il sistema, quindi, non è esente da errori. Purtroppo tale forum è solo in inglese e francese, dovrete arrangiarvi come potete. Se siete anglofobi o francofobi, potete tentare la fortuna presso questa dircussione sul forum di hwupgrade.

Conclusioni Spero che con questa guida anche i non anglofili riescano ad utilizzare GeexBox, a mio avviso una delle distribuzioni più promettenti per quanto riguarda l'HTPC. Non mi resta che augurarvi buon lavoro e buon divertimento! Visualizzazione post con etichetta computer. Mostra tutti i post. By Sanzo Ghenzo. Per chi è questa guida?

Scarica CMP e installalo. Avvia CMP. Vedrai il messaggio di benvenuto. Usa CMP. Dovresti vedere questa finestra: I bottoni: About - Informazioni riguardo l'autore ecc.